Ogni volta che lo vedo voglio solo urlare

31.03.2021

Una delle ultime news è quella della denuncia attuata dalla cantante Billie Eilish nei confronti di uno stalker che lancerebbe messaggi contenenti minacce di morte.

Secondo quanto dichiarato dalla popstar, lo stalker avrebbe fatto gesti sconcertanti, tra cui il "taglio della gola" mentre Billie parcheggiava la sua auto. L'uomo le avrebbe inviato una lettera che riporta : «Non puoi ottenere ciò che vuoi, a meno che ciò che vuoi non sia morire per me». La cantante ora ha richiesto un ordine restrittivo perché si sente in pericolo.

Nella denuncia riporta tali parole: «Non mi sento più al sicuro quando esco di casa e faccio esercizio fisico nel mio quartiere, perché lui potrebbe tentare di avvicinarsi e ferirmi».

Tale avvenimento dovrebbe farci riflettere: spesso le celebrità vengono ritenute persone particolarmente fortunate, che godono di una vita agiata. Le star sono persone umane e in quanto tali non hanno vite perfette e anzi spesso devono imbattersi in spiacevoli situazioni, talvolta pericolose. Atti come lo stalking, minacce di morte, cyber bullismo, verso un individuo solo perché con un certo seguito non sono giustificabili e mai lo saranno.

Un'altra affermazione della giovane è la seguente: «Ogni volta che lo vedo voglio solo urlare». Bisognerebbe smettere di normalizzare l'odio che ricevono le star e soprattutto è necessario che tutti capiscano che i social non mostrano la realtà.

di R. E.


LEGGI ANCHE