L'ancoraggio della PNL

19.03.2021

Vi sarà capitato di ascoltare una canzone e di sperimentare un determinato stato emotivo perché quella musica vi ricordava una persona o una situazione particolare del vostro passato: nella PNL (neuro-linguistic programming) tale fenomeno viene definito ancoraggio, e consiste nell'associazione di una sensazione fisica ad una risposta interna.

Ne esistono di diversi tipi, ma per il momento ci concentreremo sull'ancora cinestesica, che si basa prevalentemente sul senso del tatto: in questo caso possiamo tentare di creare una nostra ancora abbinando un ricordo che provoca in noi una determinata sensazione ad un particolare stimolo fisico, in seguito ripetere quel gesto ci permetterà di richiamare immediatamente le emozioni selezionate.

Per esempio, stringendo forte un pugno mentre ripensiamo ad un momento felice potremmo associare lo stato d'animo positivo alla stretta, per poterlo avere a disposizione in caso di necessità; non è importante quale azione si sceglie, ma l'efficacia dell'ancora può variare in base alla quantità di dettagli dell'immagine e alla frequenza con cui si ripete l'esercizio.

Questo sistema è derivato da tecniche di ipnoterapeuti esterni alla PNL come Milton Erickson, ed è usato anche nelle scuole di psicologia costruttivista.

Tuttavia, ad oggi la programmazione neuro-linguistica e molte delle pratiche ad essa associate non possono contare su un riscontro scientifico, sebbene ciò non vieti in alcun modo di farne un utilizzo personale.

di L. C.