Islanda: risveglio del vulcano dopo 900 anni

23.03.2021

Islanda, risveglio del vulcano dopo 900 anni.

Iniziata la sera di venerdì, in questi giorni è in corso l'eruzione straordinaria del vulcano Fagradalsfjall, risvegliatosi da un sonno durato nove secoli.

Situato a circa 40 chilometri dalla capitale islandese Reykjavik, l'evento, definibile storico, ha attirato centinaia di persone che si sono recate nei pressi del vulcano per assistere al fenomeno.

Raggiungibile con una camminata di un'ora e mezza dalla strada asfaltata, il sito è stato aperto ai visitatori proprio per permettere di prendere visione allo spettacolo.

Si tratterebbe di un'eruzione limitata e gestibile, che per ora avrebbe visto la fuoriuscita di 300mila metri cubi di lava dal terreno, definita dagli esperti "relativamente piccola e controllata".

Oltre all'eruzione, il Fagradalsfjall ha offerto agli spettatori meravigliose nubi di gas blu che hanno illuminato il cielo notturno, attirando sempre più la curiosità dei locali, seppur abituati a questo genere di eventi.

Il risveglio del grande gigante fortunatamente non ha provocato danni: la spaccatura del terreno è di appena un chilometro di lunghezza e non sono state registrate fuoriuscite di cenere. Inoltre il vulcano è situato all interno di una regione pressoché disabitata, per cui, lava e gas non hanno danneggiato alcun centro urbano.

Durante il week end l'ufficio meteorologico islandese ha emesso un codice rosso per i voli civili, che tuttavia è stato già ritirato.

A distanza di nove secoli dall'ultima attività registrata e di 10mila anni dalla sua eruzione più violenta, il Fagradalsfjall ha così regalato agli abitanti dell'Islanda uno spettacolo unico, emozionante, oltre che un importante promemoria: rispettare questi giganti e lasciare loro spazio libero attorno, significa poterci convivere in sicurezza, senza danneggiarsi reciprocamente o rappresentare un potenziale pericolo per l'altro.

di C. F.