Il mostro non dorme sotto il letto, ma può dormire accanto a te

26.03.2021

Durante i mesi di lockdown si e' verificato un considerevole aumento dei casi di violenza sulle donne: il periodo di quarantena, come era prevedibile, non ha fatto altro che peggiorare una situazione già' intollerabilmente grave. L'incremento di questo fenomeno è principalmente legato all'isolamento forzato ed alla conseguente condizione per cui il contatto tra le donne el il loro tormentatore diventa continuo. Condizione che, poggiando su basi psicologiche gia' instabili, in molti casi degenera.

L'insieme di questi fattori porta infatti ad un aumento della rabbia e dello stress che , purtroppo, si trasformano velocemente in violenza.

L'ONU ha lanciato l'allarme sulla base di un dato estremamente preoccupante: un aumento del 20% di casi di violenza nei primi tre mesi di quarantena negli stati membri delle Nazioni Unite. Per quanto riguarda gli abusi sulle donne, Il 2020 è stato sicuramente l'anno peggiore; la percentuale di femminicidi sul totale delle morti violente annue ha sfiorato il 41%, tasso più alto mai raggiunto.

La violenza sulle donne, tuttavia, è un fenomeno molto antico, ciò che è cambiato nel corso del tempo è la facilità con cui si riesce a nasconderlo, anche perché spesso arriva dalle persone più vicine e fidate. Ed è proprio per lo stretto rapporto con l'aggressore che le donne che subiscono abusi spesso non denunciano l'accaduto. Si arriva così a parlare di violenza psicologica, che accompagna quella fisica. Proprio a causa di questa le vittime sono portate a pensare, talvolta, che l'amore abbia un prezzo e che in qualche maniera vada guadagnato. Il problema e' che l'uomo violento non ha un profilo preciso per il quale possa essere facilmente riconosciuto e, soprattutto per chi è al di fuori del nucleo familiare, è difficile identificare queste casistiche ed intervenire per tempo.

Alla luce di tutti questi dati è doveroso chiedersi se oggi questo fenomeno sia oggetto di una discussione frequente ed adeguata e se le vittime ricevano il sostengo di cui hanno bisogno.

Quello che è certo è che la violenza sulle donne, oltre ad essere un terribile ed ingiustificabile atto, e' ancora troppo comune; e, citando Eve Ensler, che racconta gli abusi del padre "Quando si violentano, picchiano, storpiano, mutilano, bruciano, seppelliscono, terrorizzano le donne, si distrugge l'energia essenziale della vita su questo pianeta."

di B. B.


LEGGI ANCHE