Chernobyl: riprendono le reazioni di fissioni

13.05.2021

Di recente Neil Hyatt, chimico dei materiali nucleari all'Università di Sheffield, ha partecipato ad una intervista della rivista Science, affermando che nel reattore numero quattro di Chernobyl sarebbero riprese reazioni di fissione nucleare.

Sebbene il pericolo non sia nemmeno lontanamente paragonabile al disastro del 1986, gli scienziati del governo ucraino stanno lavorando per tentare di capire se queste reazioni si esauriranno da sole o se sarà necessario un intervento esterno.

I sensori hanno infatti registrato un numero crescente di neutroni, segno di una reazione di fissione nucleare, proveniente da una delle stanze inaccessibili del reattore, ha spiegato Anatolii Doroshenko, dell'Istituto per i problemi di sicurezza degli impianti nucleari di Kiev.

Un collega di Neil Hyatt, Maxim Saveliev, ha inoltre parlato di un possibile incidente, facendo nuovamente notare come il conteggio dei neutroni sia in lento ma costante aumento.

Nel caso le cose andassero per il peggio si rischierebbe quindi un'ulteriore diffusione di microparticelle radioattive all'interno del "sarcofago" costruito intorno al reattore un anno dopo l'incidente, cosa che rischierebbe di ostacolare le operazioni di smantellamento dell'ex centrale nucleare.

di C.L.