Attacco hacker alla piattaforma Axios

08.04.2021

Dopo google meet, ad essere sotto attacco informatico ora è la piattaforma Axios, servizio di registro elettronico utilizzato dal 40% delle scuole italiane.

Dalla mattina del 3 aprile, vigilia di Pasqua, il sito è stato inutilizzabile.

Inizialmente la piattaforma aveva parlato di "un improvviso malfunzionamento tecnico occorso durante la notte" per il quale si era "reso necessario un intervento di manutenzione straordinaria". Un giorno fa è arrivata invece un'altra versione, definitiva, sull'origine dei problemi: dietro ai disservizi del server c'è il lavoro di alcuni pirati informatici, che hanno contattato la piattaforma chiedendo un milione di Bitcoin come riscatto.

Questo genere di attacchi viene definito ransomware e consiste nel bloccare, parzialmente e integralmente, l'accesso ad un sito e chiedere poi un riscatto per permettere al proprietario di ritornare in possesso.

Ieri Axios ha dichiarato che erano in corso le attività di ripristino dell'infrastruttura e i test per le verifiche di sicurezza. Secondo i piani, questa mattina il registro dovrebbe tornare attivo, garantendo il proprio servizio ai 5,6 milioni di studenti che oggi rientreranno in classe e a quelli che rimarranno in didattica a distanza, tuttavia ora il sito non è ancora raggiungibile.

di C.F.


LEGGI ANCHE