Angolo NBA 4 aprile

04.04.2021

Nel primo articolo di questa nuova rubrica a tema NBA vedremo i fatti più importanti accaduti durante l'ultima settimana alla lega di basket più famosa del mondo, tra tutte le vittorie inaspettate, commenti, infortuni e sconfitte che segnano il viaggio di ogni squadra verso i playoff.

Gli ultimi 7 giorni hanno sicuramente confermato una delle più grandi aspettative: dopo un mese di assenza dal parquet LaMarcus Aldridge offre una splendida prima partita in maglia Nets, rassicurando tutti i fan di Brooklyn che temevano uno squilibrio nella squadra (a causa di tutti i fuoriclasse al suo interno), e impartendo un segnale chiaro che il veterano di San Antonio ha ancora molto da dare sul campo.

Un avvertimento altrettanto importante è arrivato anche dai Phoenix, dove Chris Paul, il Re Mida della lega, tiene fissa la sua squadra al secondo posto ad ovest con 34 vittorie e 14 sconfitte grazie a prestazioni eccezionali e alla grande leadership purtroppo ancora mancate nella sua spalla, il giovane (e incredibile) Devin Booker. Dopo i molteplici rumors arriva poi anche la notizia ufficiale targata Lakers: Andre Drummond arriva corte del re James dopo il buyout con i Cavaliers tra l'entusiasmo dei nuovi compagni Kuzma e Harrell, che lo descrivono come "un giocatore solido da entrambi i lati del campo"

Infine, mentre Evan Fournier (nuovo acquisto di casa Celtics) segna la storia in negativo, diventando il quarto giocatore dal 1954 a segnare 0 punti e 0 su 10 dal campo, Stephen Smith (giornalista di ESPN) critica Westbrook, dicendo che i numeri e le statistiche non rendono un giocatore un campione. Tra i due poi nel corso della settimana ci sono stati diversi battibecchi, nei quali però sono intervenuti anche Duncan Robinson e Shaquille O'Neal, ovviamente in difesa di West-beast.

di C. C.