Angolo NBA 11 aprile

11.04.2021

Con questa settimana ci avviciniamo sempre di più ai tanto attesi playoff, quindi anche negli ultimi 7 giorni le scommesse su chi si potrebbe presentare come contender o meno per il titolo sono tante: in questo caos arrivano le parole fulminanti di Charles Barkley, secondo il quale i tanto favoriti della stagione precedente, i Los Angeles Clippers, non sarebbero nemmeno da considerare tra le contendenti, data la forza delle altre squadre dell'Ovest come Lakers, Nuggets e Jazz.

Tira le somme della stagione svolta finora anche una stella come Damian Lillard, che, sebbene le numerose critiche ricevute nell'ultimo periodo, si ritiene soddisfatto delle vittorie ottenute finora, anche a discapito dei terribili pronostici formulati dagli opinionisti prima dell'inizio del campionato, concludendo le sue affermazioni dicendo che, per quanto si possa parlare, arriverà a quota 400 milioni di dollari prima dei 35 anni.

A proposito di cifre astronomiche, Holiday rinnova con i Bucks per 160 milioni di dollari, in modo tale da assicurare alla squadra almeno 3 all-star fino al 2023 (Holiday, Antetokounpo e Middleton).

Non sono mancati i record nemmeno questa settimana: LaVine diventa il terzo giocatore dall'era Jordan a segnare 50 punti con la maglia dei Bulls, Jokic il centro con più partite di sempre con almeno dieci assist, e Curry riesce, per l'ottava stagione consecutiva a segnare almeno 200 triple (la 201esima è infatti arrivata contro i Bucks mercoledì).

Infine, mentre il nostro italianissimo Nicolo Melli gioca la sua quinta partita con i Mavs, trovando un ambiente accogliente e stimolante (Doncic stesso dice che è felice vedere finalmente Melli giocare e non stare in panchina), arriva una notizia abbastanza inaspettata riguardante Paul Pierce, leggenda dei Celtics: l'ESPN infatti ha licenziato l'ex giocatore, dopo una live su Instagram dove stava giocando a Poker in presenza di diverse spogliarelliste. Pierce, appresa la notizia, ha detto solamente ai suoi fan di "aspettarsi nuove notizie a breve", senza però alludere a niente in particolare.

di C.C.